UN AMORE INCANCELLABILE – RIMPIANTI

UN AMORE INCANCELLABILE – RIMPIANTI

Secondo capitolo della trilogia di Daniela Tess, Un amore incancellabile. A mio parere, ancor più bello e avvincente del precedente proprio perché siamo entrati nel vivo della storia.

Ritroviamo il bel tenebroso Richard, marchese di origi oscure e la pessima fama, e la dolce e innocente Eve, figlia del potente duca di Tresham. Li avevamo lasciati nel vivo di una dolorosa separazione, dopo essere caduti vittime di un amore impossibile, ostacolato da un abisso di differenze perché Richard aveva tradito la sua fiducia e Eve aveva scelto la propria famiglia a lui.

Entrambi hanno ripreso le proprie vite cercando di riallacciare le vecchie abitudini, ma è impossibile ignorare quello che hanno condiviso, finché quella fiamma che li ha scottati divampa ancora, stavolta travolgendoli.

Ma a contendersi la scena c’è anche un’altra coppia, le cui vicende mi hanno appassionata in ugual modo: si tratta di Simon, fratello di Eve nonché erede al titolo di duca, e Celeste, modesta dama di compagnia di una baronessa. Il mistero s’infittisce e la curiosità pure.

La ragazza cela un segreto che Simon è determinato a scoprire a ogni costo, e benché entrambi cerchino di opporsi ai sentimenti che li spingono l’uno nelle braccia dell’altra, non riescono a ignorarsi.

Un romanzo ricco di colpi di scena che riescono a tenerti incollato alle pagine, spazzando via ogni idea che ci eravamo fatti in precedenza. Qui vediamo i protagonisti, tutti, sotto una luce completamente nuova in seguito all’evoluzione della storia e ai misteri affiorati dal passato.

Stavolta il raggio d’azione è ampliato; non abbiamo più solo i palazzi sfarzosi con giardini curati e balli frequentati dall’alta nobiltà, ma ci si sposta anche in quel mondo parallelo fatto di povertà e sofferenza, nei sobborghi in cui la vita è dura e anche un nobile è costretto a lavorare duro pur di permettersi vitto e alloggio.

Una nuova realtà cui veniamo abituati gradualmente, che rende tutto più vero e drammatico e ci fa domandare, alla fine, se l’amore potrà mai cancellare il dolore, l’orgoglio e il desiderio di vendetta.

Le emozioni dei personaggi sono tangibili, ogni descrizione non lascia spazio al caso e la storia è ben intrecciata, avvincente.

Un difetto però c’è: dover aspettare tre mesi per scoprire come andrà a finire!

“Spesso ciò che sembra sbagliato è l’unica cosa che potrà renderci felici.”

Lascia un commento